Sessantottine

di Autori Vari

“Ma alla fin fine, cosa volevate voi ragazze del ’68?”

“Tutto!”
Editore: Edizioni SEB27 (22 novembre 2018)
Acquista su Amazon

Questo libro descrive uno spaccato di vita di un periodo storico che ha lasciato un segno di grandi cambiamenti.

Essendo stato scritto a più mani, molti sono i punti di vista che emergono e plurali sono gli ambiti di intervento tratteggiati, quali Università, scuola, fabbriche, ospedali psichiatrici, quartieri popolari.

Entrando però in profondità, si evidenzia che la lotta delle donne dell’epoca aveva due fronti, uno sociale come già si è detto e uno personale, che ha segnato un grande lavorio interiore per trasformare le relazioni e creare nuovi modi di convivenza, per ribaltare infine, ultimo ma non ultimo, il rapporto col proprio corpo, costruendo così le basi per una nuova identità.

Tutti i racconti del libro danno nuova vita a tutte quelle donne del passato che avevano dovuto travestirsi da uomo per poter andare a teatro non accompagnate, quelle che avevano usato pseudonimi maschili per poter pubblicare libri o che avevano subito famiglie autoritarie, che impedivano loro di realizzarsi nel sociale, fino a quelle che subivano nel silenzio violenze domestiche.

Quel periodo ha scoperchiato il vaso di Pandora e tutto è emerso ed è stato contestato in modo da poter cercare una valida trasformazione, discussione questa che continua ancora oggi all’interno di nuove forme ististuzionali.